10 lug 2024  | Pubblicato in Ligucibario

Focaccia farcita in padella

corsisti stranieri alle prese con la mitica fugassa zeneize...

corsisti stranieri alle prese con la mitica fugassa zeneize…

In cucina con Ligucibario®, la “ricetta della settimana” è oggi una focaccia farcita, da cuocersi in padella anziché nel forno. Un ottimo e non costoso finger food, per merende e apericene, ma anche una golosa tipicità da gustare calda/tiepida, appena sfornata… L’abbinamento è ad es. un calice “autoctono” di Doc Val Polcevera Bianchetta (il vitigno si presta anche a spumantizzazioni, link qui), da servire a 11°C in tulipani a stelo alto.

Fai anzitutto una buona spesa, al tuo mercato di fiducia, privilegiando prodotti di stagione e filiere brevi. Ti occorreranno per l’impasto (padella di circa 24 cm di diametro) 550 g di farina semintegrale tipo ‘1’, 250 ml di acqua (si tratta di un impasto non molto idratato, circa il 45%), 10-11 g di lievito di birra fresco (o 4 g secco), 14 ml di olio extravergine, 10 g di sale fino, 1 pizzico di zucchero o maltosio o miele. E per la farcia ti occorreranno 400 g di melanzane (ma in alternativa anche zucchine, cipolle…), 3 cucchiaiate di olive taggiasche denocciolate, 1 cucchiaiata di capperi, maggiorana fresca q.b., olio extravergine per rosolare gli ingredienti, sale e pepe nero per rifinire.

Sciogli il lievito nell’acqua contestualmente allo zucchero (o maltosio, o miele) e permettigli di riposare qualche minuto. In un’ampia ciotola versa la farina setacciata, l’olio, e l’acqua col lievito, e inizia a lavorare integrando bene il composto. Unisci il sale e prosegui l’impasto sino a ricavare un panetto soffice, liscio ed elastico. Lascialo lievitare protetto da un panno per circa 2 ore (dovrebbe raddoppiare di volume). Intanto, lava e prepara le melanzane (a listarelle sottili, o a dadini piccoli…) e rosolale con olio e (abbondante) sale fino a quando le troverai giunte a cottura. Arricchiscile con le olive, i capperi e la maggiorana, rifinisci con sale e pepe e lasciale intiepidire. Ora prendi l’impasto, frazionalo in 2 metà e con un mattarello ottieni 2 dischi spessi circa ½ cm. Sovrapponi ad uno la farcia, e richiudi sopra con l’altro, badando a sigillare con cura i bordi tutt’attorno. Coi rebbi di una forchetta pratica dei forellini in superficie, e infine cuoci la tua focaccia in una padella antiaderente, circa 18 minuti per lato, verificando via via che non s’attacchi. Buon appetito da Umberto Curti…

umberto curti in sala lignea alla biblioteca civica berio di genova

 

Commenta