| Liguvinario > Vino: Domande & Risposte

E’ Sicilia la patria del nero d’avola?

Avola è una località del siracusano, presso Noto e Pachino, celebre sin dall’antichità per le mandorle. Il vino di cui mi chiedi, molto apprezzato dagli anni 70-80 (e sbarcato anche nel Nuovo Mondo), origina dall’omonimo vitigno. Nel bicchiere ti dona un bel rosso tra la ciliegia e il porpora, in bocca ha spiriti più accentuati degli acidi, le note sono di prugna e spezie, nel complesso possiede una struttura che invecchia e affina bene.
In passato vino da taglio, oggi molti produttori lo coltivano accuratamente ad alberello e talora lo uniscono in uvaggio al sirah, è intrigante la liaison con un vitigno forse indigeno forse invece proveniente dalla Persia, e chissà quando accadde… fai comunque in modo di abbinare il nero d’avola a piatti di buon impegno gustativo, alle carni rosse alla griglia, a verdure in rosso e lungamente stufate, ai formaggi molto saporiti e invecchiati…

Commenta