| Liguvinario > Vino: Domande & Risposte

Parliamo un po’ di tempranillo?

…e volentieri! C’è il sole della Spagna in questo vino rosso, carico d’antociani, alcolico, pieno, speziato, duraturo. Che prende l’identificativo da un avverbio, temprano, legato forse alla maturazione precoce, ma vanta poi innumerevoli sinonimi. Origina si dice nella Rioja (secondo taluni la miglior area vitivinicola iberica), ma alligna bene anche altrove “consociandosi” per esempio all’onnipresente cabernet sauvignon, o alla famosa garnacha che ritrovi un po’ ovunque nel Mediterraneo.
In Portogallo il tempranillo prende nome tinta roriz ed eccelle nel Douro, contribuendo fra l’altro alla produzione di Porto. Anche la Francia meridionale lo accoglie con ottime prestazioni, e la Sicilia, ma solo in talune zone. Dall’Europa è ripetutamente salpato verso le Americhe, sebbene sia sensibile alle muffe grigie, all’oidio… Quanto agli abbinamenti, beh opterai per cocinillo, filetti bovini, melanzane alla parmigiana, selvaggina brasata, o anche formaggi d’infinita struttura…

 

Commenta