| Liguvinario > Vino: Domande & Risposte

E’ consigliabile la dieta di sola uva?

Non sono un dietologo né un nutrizionista, ma confesso – a puro titolo personale – che le diete e le terapie “monoalimento” mi hanno sempre lasciato perplesso. L’uva destinata al consumo, ovvero cosiddetta da tavola, è un cibo zuccherino (il fruttosio prevale sul glucosio), dal sapore dolce, diuretico grazie al contenuto in potassio, ma controindicato per chi ad esempio soffra di diabete. Io suggerisco di fare attenzione e di evitare qualsivoglia moda “estiva” che – col pretesto di depurare o di riequilibrare – induca a nutrirsi di un unico alimento, perché ogni persona differisce dalle altre e quindi un regime (come dicono i francesi) deve costruirsi su di una serie d’analisi ematiche e su di un costante supporto specialistico. Sì dunque alle buone uve italiane come fine del pranzo o come merenda gustosa e dissetante, no – questa è la mia opinione – al resto. E domande di questo tipo rivolgerle sempre ai medici, i soli in grado di fornire risposte esaurienti e personalizzate…

Commenta