Vino: Domande e Risposte

“bordolese” deriva dalla città di Bordeaux?

Certamente. L’affascinante città di Bordeaux (Francia sudoccidentale) presiede ad uno dei territori storicamente più vocati al vino, dove allignano vitigni a bacca rossa quali i cabernet e il merlot, e vitigni a bacca bianca quali il sauvignon e il sémillon. L’aggettivo bordolese, peraltro, può riferirsi ...

Parliamo un po’ di tempranillo?

…e volentieri! C’è il sole della Spagna in questo vino rosso, carico d’antociani, alcolico, pieno, speziato, duraturo. Che prende l’identificativo da un avverbio, temprano, legato forse alla maturazione precoce, ma vanta poi innumerevoli sinonimi. Origina si dice nella Rioja (secondo taluni la miglior area vitivinicola ...

Cosa mi consigli col Cirò rosso?

Cirò si riferisce a una DOC crotonese, nota e pregiata, quella terra è quanto mai vocata sin dall’antichità… Il rosso proviene da uve gaglioppo pressoché in purezza, il bianco da uve greco pressoché in purezza. A me quel che piace del gaglioppo – vitigno resistente ...

Che vino è il nerello siciliano?

…proprio l’altra sera, che coincidenza, aprivo una bottiglia (esaltante) dell’azienda Firriato, e quella bottiglia forse ti “racconterebbe” più di tante mie parole. Il nerello non è un vino e non è solo in Sicilia. Si tratta di due vitigni a bacca nera, nerello cappuccio e ...

II primitivo è lo zinfandel?

Varietà a bacca nera, forse giunse – dicono i genetisti – in Puglia dalle coste (oggi) dalmate e istriane, superando il braccio di mare adriatico. Se ne presero cura sovente i benedettini. Ha biologia precoce, e si vendemmia prima d’altri, donde il nome. Gli acini, ...

Cosa mi suggerisci al ristorante, sull’isola d’Elba?

Con nostalgia ricordo i corsi di tennis a Procchio, una vita fa. Ma bando agli amarcord. La DOC insulare propone vari vini (fra questi il vin santo Occhio di pernice, prevalenza sangiovese), i cui vitigni di base ti restituiranno sentori classici di Toscana. Trebbiano, ansonica ...