1 mar 2012  | Pubblicato in Oleario

Olive e cucine d’Italia. La Basilicata

Oleario, gli olii di LigucibarioMetaponto, Lucania, terra antica tutta a saliscendi con un limitato accesso al mare, la Basilicata possiede uno charme in parte “misterioso”, dato che il turismo non l’ha ancora compiutamente percorsa, e la stessa gastronomia – silvopastorale – , la quale trova nei prodotti suini e caseari le proprie punte d’eccellenza, resta ancora in gran parte da svelare ai foodtrotters italiani ed esteri. Notevoli poi anche i legumi, fra cui fave e fagioli, i diavolicchi (peperoni piccanti), le varie tipologie di pane “casereccio”, di pasta, e infine di dolciumi (mustazzuoli, cicirata, paparotta). A comporre un mix di sapori decisi e inconfondibili, da condire con olii corposi, e da sposare sovente a vini rossi di sontuosa personalità come l’Aglianico.

Le cultivar locali più importanti sono:
Agnellina, Dolce di Chiaromonte, Maiatica di Ferrandina, Ogliastro locale, Palmarola, Pizzutolo nostrale, Raccioppa, Ripolese.

Umberto Curti, Ligucibario®

Commenta