| Lessico delle Arti Alimentari > F - Lessico

Filtraggio

illimpidimento/sterilizzazione del vino dopo le chiarifiche. Esistono – in estrema sintesi – due metodi con filtri cosiddetti a supporto inerte, attraverso porosità via via decrescenti onde conseguire un filtraggio sempre più fine: il primo, più datato, coi filtri in fibra vegetale (cellulosa isolata da iuta, canapa, lino…), oppure silici, farine fossili, diatomiti… dentro i quali viene fatto scorrere il vino. Lo smaltimento degli abbondanti residui è purtroppo molto oneroso. Il secondo, migliore, coi filtri tangenziali (supporto a canna di fucile), nei quali si usa una fibra sintetica, polimero brevettato, il cui smaltimento è molto più semplice in quanto ridotto

Commenta