| Alfabeto del Gusto > P - Alfabeto

Pesche ripiene

Tagliate a metà, scavate e riccamente farcite, sono un’eredità delle opulente cucine ottocentesche (piemontesi ma anche Emilia Romagna) e si possono cuocere, in forno, al burro o al vino. Eccelso dessert dei mesi caldi, è bene utilizzare grosse pesche gialle (spaccalosso), morbide al punto giusto, pesche tardive, di vigna.
In Liguria la provincia d’elezione è il savonese, con un’enclave in Val Polcevera. Il Rossi (1865) copriva con zabaglione caldo. Talora, nella farcia, anche i biscotti della Regina sminuzzati. La versione flambata col cognac “attirava” la benevolenza dei santi patroni.

Commenta