| Alfabeto del Gusto > O - Alfabeto

Oliva arnasca

Oliva da olio e non da mensa, chiamata anche pignola per il piacevole retrogusto di pinolo riscontrabile nell’olio, è molto diffusa nel savonese (Arnasco…) e nel genovesato, vedi anche le voci pignola e rondino (a Sestri Levante è nota come pulentolla).

Drupa piccola, nocciolo asimmetrico, con solchi fibrovascolari poco fondi. La pianta presenta vigoria media. Le principali criticità sono rappresentate da scarsa capacità rizogena, scarsa resistenza all’umidità dell’aria, scarsa resistenza al terreno pesante (argilloso, poco permeabile, per cui il ristagno idrico può asfissiare le radici), scarsa resistenza allo pseudomonas savastanoi (batterio della rogna, sovente prodotto dalle lesioni dell’abbacchiatura, il quale si diffonde tramite i flussi linfatici).

Il frutto ha forma ovoidale, peso medio di 1.85 circa, epicarpo pruinoso, con piccole numerose lenticelle. L’invaiatura è media e contemporanea. Rapporto polpa/nocciolo di 3.86, colore epidermide nera, colore polpa a maturazione violacea. Elevata la resistenza al distacco

Commenta