| Alfabeto del Gusto > C - Alfabeto

Capponadda di Camogli (GE) 4

Il termine caponata deriva forse dal latino caupona = taverna, e piatti che unissero ortaggi e pesce si trovano anche già dentro i ricettari dell’800 napoletano. La capponadda è un mix di gallette ammorbidite, tonno (a Camogli la tonnara issava le reti 3 volte al dì), pomodori, acciughe, olive, capperi, erbe aromatiche… Quando possibile, si “decora” alla sommità con mosciamme. Affine alla panzanella toscana, si abbina validamente al DOC Golfo del Tigullio Bianchetta o al DOC Riviera ligure di ponente Pigato, alla giusta temperatura e nei giusti calici. Alla Spezia, il timo è l’erba preferita. Infine, la cosiddetta “insalata del maresciallo Caviglia” (si tratta di un militare e politico finalese del ‘900) è un mix con prevalenza di pesci, tonno, acciughe salate, bottarga e musciamme. Ricòrdati che io sono tra coloro che “rinnegano” una discendenza diretta del cappon magro dalla capponadda.

4 thoughts on “Capponadda di Camogli (GE)

  1. Commenta Stefania Pianigiani giu 21, 2015 13:06

    Io quando posso, prendo il treno e vengo a Zena. Una città bellissima con tante cose da scoprire…Ormai Genova e la Liguria fanno parte di me…

    • Commenta Luisa giu 22, 2015 17:54

      Cara Stefania, la prossima volta che viene a Genova ce lo faccia sapere così ci conosciamo di persona, magari davanti a un calice di Vermentino perfetto per la caponadda! A presto e buon lavoro

  2. Pingback: La Finestra di Stefania Inventare una ricetta con gli ingredienti di Obicà

Commenta