| Alfabeto del Gusto > B - Alfabeto

Buccellato di Sarzana

Ciambellone dolce, tipico soprattutto della città toscana di Lucca. La parola deriverebbe dal latino buccella=boccone e/o da bucellatum=pane militare, poi nel medioevo pane dolce con cui i vassalli onoravano il feudatario. Nel ‘500 lo nomina lo storico Scipione Ammirato (“Delle famiglie nobili napoletane”) e diviene oggetto di tassazione. Innumerevoli le ricette, dove tuttavia ricorrono sempre farina, zucchero, lievito e uova, con aggiunte di latte e burro (talora olio). Implica modellatura manuale, lunga lievitazione, cottura al forno a 180° per 45 minuti. Può pesare dai 3 etti al chilogrammo. Eccelso – dal 1934 – quello della Pasticceria Gemmi di Sarzana (SP). Quando raffermo, viene biscottato o intinto nel latte tiepido. In Garfagnana è il dolce delle Cresime.

Commenta