P – Alfabeto

Pisello nero

Tipico di L’Ago, frazione di Borghetto Vara (SP), entra in zuppe e minestre.

Pissarei

Nell’area di Gorreto (GE) sono gnocchetti tondi di pangrattato, conditi con legumi, pomodoro, insomma un ragù magro con quel che c’è in casa. Evidenti i legami con i pisarei e fasò della limitrofa zona di Piacenza.

Pistau di Pigna (IM)

Grano inumidito, pestato nel mortaio per eliminare la gluma (brattee “cartacee” che avvolgono i chicchi di grano), è un piatto antico, natalizio, gustosamente valligiano (Val Nervia), una robusta minestra di grano che cuoce lungamente con cotenne ecc., s’arricchisce di porri soffritti e al termine si ...

Pizza dolce all’arancia

L’impasto di uova, zucchero e farina, arricchito da rhum, burro fuso e acqua di fiori di arancio, va in forno a 200° per 15 minuti. Poi, estratto e capovolto, ricuoce in forno altri 5 minuti. Esistono altre varianti, ma concedile in matrimonio un DOC Golfo ...

Pizzarmella (pizzamola)

Uva nera spezzina.

Pocin di Verzi

A Loano (SV), era una sorta di “omogeneizzato” con acqua, sale, burro, farina, formaggio, cotto su fuoco tenue. Viceversa, con latte, zucchero e zest di limone, sempre in pentolino su fuoco tenue, si trasformava in vero dessert.