G – Alfabeto

Garella

È il nome del Lumassina a Savona.

Garum

Antica salsa con pesci fermentati, di gusto simile al machetto di sardine (o di acciughe), ma assai più aggressiva. Il gastronomo romano Apicio, o chi per lui,  se ne serve così spesso da dar per superflua – purtroppo – la ricetta. Esisteva anche un eleogarum ...

Gasse

Pasta casalinga all’uovo, a forma di farfalle/fiocchi/nodi (gassa è un cappio marinaresco locale).

Gattafuin di Levanto (SP)

Ravioloni d’erbe (bietole…), fritti, detti talora fogliette. Più soffici se con poche uova. Si farciscono anche di funghi. Chiedono sempre un bianco (Vermentino, Pigato…), alla giusta temperatura nei giusti calici. Espressione omonima indica anche una zuppa d’erbe spontanee, entrate poi nel raviolo fritto. Esistono anche ...

Gattafura del 1570

Torta di verdura che doveva in certo senso preludere alle cappuccine e pasqualine, vedi gli scritti di Bartolomeo Scappi, cuoco rinascimentale (e chef personale di Pio V) che realizzò una monumentale, “michelangiolesca” opera in 6 libri.

Gavotti Giuseppe

Bonvivant, accademico della gastronomia ligure * , compilò un interessante “Cucina e vini di Liguria” uscito a Savona nel 1973. Una ricetta di trippe porta il suo nome. Purtroppo, il suo pesto contiene… pezzetti di burro e spinaci. * l’Accademia Italiana della Cucina fu istituita ...