F – Alfabeto

Farina di castagne

Economica, duttile, si impiega per chicche, picagge matte, castagnacci, pan martin, speciali friscêu… V’è chi la usa per deliziosi canestrelli e pandolci. In Lunigiana, è la base di preparazioni quali il  moglo, le armelette, i cazzotti, la marmotta… Il termine farina deriva dal latino far ...

Farinata coi bianchetti

Era un vanto, specificamente, di Genova-Voltri. I bianchetti in superficie, quando s’infornava, venivano infarinati e setacciati. Gli attuali divieti di pesca obbligano ovviamente a ricorrere, quando disponibili, a rossetti.

Farinata di ceci

Antichissima, la farinata era detta “l’oro di Genova”. È un piatto semplicissimo e al contempo delizioso, che si consumava per il venerdì di magro e il capodanno. Non solo ligure, dato che lo chiamano “calda calda” a Massa, “bella calda” in Piemonte, “cecina” a Pisa/Livorno ...

Farinata di Savona

Tipica anche di Alassio (SV), la “turta” è con farina bianca 00, cui sovente s’aggiunge un 10% di farina di ceci. L’impasto riposa almeno 2-3 ore e cuoce in forno a legna (attenzione ai grumi) con brace di fascina, per 15 minuti, in teglie di ...

Farinata di zucca

Variante molto apprezzata a Genova-Sestri Ponente.

Farinata dolce di sagù

Nel Rossi (1865), il sagù è una farina di palma. Cannella, vin bianco dolce, zucchero, e tuorli una volta fuori dal fuoco.