3 mar 2019  | Pubblicato in Ligucibario

A Genova, web&social per il turismo esperienziale

corso web social per il turismo esperienziale

corso web social per il turismo esperienziale

Ben 254 candidati si sono concretamente presentati alla prova scritta per la selezione del corso FSE gratuito, di qualifica professionale, “Esperto web e social media per il turismo esperienziale”, progettato da F.IRE e da Welcome Management di Luisa Puppo.

L’8 e l’11 marzo prossimi i test e le prove migliori saranno dunque ammesse agli orali, alla presenza di un referente dell’ente formativo (Dottoressa Simona Benucci), di una psicologa (Dottoressa Orietta Trenchi), e di un esperto del settore (Dottoressa Luisa Puppo). Dopodiché, selezionati i 12 partecipanti, in carrozza si parte!

DSCN1984

800 ore di cui 240 in stage, per affrontare un percorso di formazione – marketing turistico, web, tourism English… – davvero dal vivo, coinvolgente e operativo (interventi d’imprese e istituzioni in aula, casi-studio, degustazioni guidate di prodotti tipici liguri, utilizzo mirato del web, attività progettuali desk e field, interagendo “dal di dentro” coi sistemi e le dinamiche tipiche del turismo…).

Peraltro, 254 candidati rappresentano già un oggettivo successo in termini di attenzione e gradimento verso l’opportunità corsuale, che sin dal titolo “investe” con approccio innovativo due tematiche attualissime ed importanti: la conoscenza del turismo nei suoi aspetti online – e di search engine optimization – e il design di proposte turistiche realmente, e sempre più, esperienziali.

Un affiatato team di docenti e figure di tutoraggio attende i corsisti nei moderni spazi F.IRE in via D’Annunzio 1 (da piazza Dante), proprio nel cuore di Genova.

F.Ire via d'annunzio 1, genova

F.Ire via d’annunzio 1, genova

Sin dall’esame d’autunno gli “idonei” potranno poi giocarsi valide carte in termini di occupabilità sul mercato del lavoro, in primis nell’àmbito di un territorio – come Genova e la Liguria – che vedrà proprio nell’incoming di qualità una delle risorse prioritarie su cui investire il proprio futuro socioeconomico.

In bocc’al lupo.

Umberto Curti

DSCN1991

Commenta